Koledar dogodkov

Razstave, dogodki obiski ...

FilterType of Event by
Filter by Select date
   
Find it (slo)!
Records 166-180 of 500  
page     12             
City
Image
Name
Paris cedex 12
La vérité nue - Gerstl, Kokoschka, Schiele, Boeckl
Dates:1.1.2050-1.1.2999
Centre du Jugendstil, Vienne favorise le développement d'un art autonome autorisant toutes les audaces. Une nouvelle génération s'adonne bientôt à l'autocritique et à l'auto-analyse dans des formes inédites qui imprégnent aussi la littérature, la musique et la peinture. Elles renouvellent l'expressionnisme en s'opposant à l'ordre et à la raison. Cent trente œuvres créées entre 1908 et 1925 illustrent la naissance de l'expressionnisme autrichien. Elles proviennent des plus grands musées, collections et fondations autrichiens et allemands. Format 23,5 x 27,5 cm Nombre de pages: 230 Nombre d'illustrations: 130 Façonnage: Broché Diffuseur:FLAMMARION Exposition: 19 janvier > 23 avril 2001
Paris cedex 12
L'Ecole de Nancy, 1889-1909: Art nouveau et industries d'art : Nancy, galeries Poirel, 24 avril 1999-26 juillet 1999
Dates:1.1.2050-1.1.2999
20 ans d'Art nouveau nancéien, 400 œuvres, 45 artistes et industriels d'art au service de la verrerie, de la céramique, de l'ébénisterie et tous les arts décoratifs. 357 pages
Paris cedex 12
Félix Bracquemond et les arts décoratifs - Du japonisme à l'art nouveau
Dates:1.1.2050-1.1.2999
Félix Bracquemond (1833-1914) apparaît aujourd'hui comme le plus grand graveur de son époque, mais son travail, non moins considérable dans le domaine des arts décoratifs, reste presque entièrement à redécouvrir. Cette première rétrospective étendue, largement composée d'inédits, apporte la révélation d'un art dont Henri Focillon rappelait qu'il "abonde en vérités terribles et en grandes leçons", chez un artiste que Gustave Geffroy estimait de son côté "le plus perspicace et le plus grand décorateur de son temps" et rien moins que "l'un des plus grands artistes décorateurs des XIXè et XXè siècles". Format 22 x 28 cm Nombre de pages 230 Nombre d'illustrations 260 Façonnage Broché Date de publication Avril 2005 Editeur Rmn Diffuseur FLAMMARION Exposition Limoges, musée Adrien Dubouché - 5 avril > 4 juillet 2005, Deutsches Porzellanmuseum, Selb-Plössberg - 25 juillet > 25 octobre 2005, Beauvais, musée départemental de l'Oise - 15 novembre 2005 > 14 février 2006
Paris cedex 12
La lettre Art Nouveau en France
Dates:1.1.2050-1.1.2999
L'importance de la calligraphie à la fin du XIXème siècle. liée au développement spectaculaire de la publicité et de l'affiche qui entraînent de nombreux artistes, peintres ou dessinateurs, à concevoir eux-mêmes les lettres qui les composent. Description matérielle : 85 p. : ill., bibliogr. ; 24 cm. Volume 55 de Dossiers du Musée d'Orsay Catalogue d'exposition "La lettre Art nouveau en France" - 27 février - 21 mai 1995
 
L'Art nouveau floral
Dates:1.1.2050-1.1.2999
Description matérielle : 247 p. : photgr., ill. ; 31 cm Concepteurs / architectes : Galle, Emile
 
Japonisme
Dates:1.1.2050-1.1.2999
L'art du Japon ; l'histoire, les manifestations et les influences de cet art sur l'art occidental
 
Paris Art nouveau
Dates:1.1.2050-1.1.2999
Et si l'on allait se balader aujourd'hui dans Paris ? Ce petit guide nous emmène au coeur des facéties de l'Art nouveau à Paris, ce style architectural et décoratif qui vit le jour en 1900 en réaction au classicisme rigoureux du 19e siècle. Le Paris de la Belle Époque se livre ici au travers de ces édifices aux formes nouvelles qui se jouent d'asymétrie, combinent les matériaux modernes, briques, céramique, fer, fonte et béton. Le Castel Béranger, l'immeuble à gradins de la rue Vavin, Maxim's, Chez Julien, la synagogue de la rue Pavée, les bouches de métro... Tous ces édifices nous racontent les fantaisies de ce style vivant et inventif pour une balade pleine de curiosités...
 
ITALIAN LIBERTY. L’alba del Novecento
Dates:1.1.2050-1.1.2999
Il catalogo fotografico ”ITALIAN LIBERTY. L’alba del Novecento” contiene fotografie di alcuni concorrenti alla prima edizione del Concorso Fotografico Italian Liberty. Il contest è all’interno del progetto ITALIA LIBERTY, volto al censimento delle architetture Liberty in Italia. Il progetto si sviluppa con la collaborazione di enti, pubbliche amministrazioni, singoli cittadini interessati a sostenerlo assieme a Cultura Italia e il progetto europeo Partage Plus. Chiunque avesse informazioni, fotografie, cartoline, fonti su ville o altre tipologie di residenze storiche del fine ‘800 e primi ‘900 che si inseriscono nel periodo del Liberty, può contribuire al progetto, o meglio alla fase iniziale della ricerca. Grazie a questa iniziativa si può rivivere, assaporare, attraverso cartoline e foto d’epoca, il paesaggio urbano di fine ‘800 e primi ‘900. Le fotografie, i video dei gioielli architettonici Liberty possono mostrarci quanto sia cambiato lo stile nel corso degli anni. Sulla sezione ‘’gallery’’ nel sito www.italialiberty.it è possibile consultare ville e palazzi Liberty sottoforma di un censimento digitale. PER ACQUISTARE IL VOLUME: Corso Diaz, 64 47121 Forlì (FC) Tel. +39 0543 541081 • Fax 39 0543 038726 Presso la mostra ”LIBERTY. Unos tile per l’Italia moderna” ai musei San Domenico fino al 15 giugno a Forlì (www.mostraliberty.it) oppure alla mostra ”Romagna Liberty” a Riccione (www.romagnaliberty.it) The photographic catalog "ITALIAN LIBERTY. The dawn of the twentieth century "contains photographs of some competitors in the first edition of the Italian Liberty Photo Contest. The contest is within the project ITALY LIBERTY, face to the census of Liberty architecture in Italy. The project is developed in collaboration with institutions, governments, individuals interested in Italian culture along with support from the European project Partage Plus Anyone with information, photographs, postcards, sources of villas or other types of historic residences of the late '800 and '900 that fit into the period at the Liberty, can contribute to the project, or rather to the initial phase of the research. Through this initiative, you can relive, savor, through postcards and vintage photos, the urban landscape of the end of '800 and '900. The photographs, videos of the architectural jewels Liberty can show us how the style changed over the years. On the section'' gallery'' www.italialiberty.it the site you can see the villas and palaces Liberty in the form of a digital census. 21×28 cm – 160 pp 25 € www.facebook.com/andreaspeziali.italianliberty.risguardi
 
Il Novecento di Matteo Focaccia Eclettico architetto tra Liberty e Razionalismo
Dates:1.1.2050-1.1.2999
Catalog / monograph published by End papers in conjunction with the exhibition held in Cervia at the Salt Storage facility from 20 June to 8 July 2013. The Scientific and Technical Committee is composed of: Vittorio Sgarbi, Ulisse Tramonti, Andrea Speziali, Renato Lombardi, Richard Gresta, Maria Cristina hid Sandri, Giorgio Grasso, Paul Fontanesi, George of Genoa, Paolo Focaccia, Focaccia Romeo, Fabio Focaccia Focaccia and Cecilia.   Greetings from the President of the Province of Ravenna Through a painstaking job search and thanks to the passion of a young student of Liberty as Andrea Speziali, emerges from the mists of the past, another great man of genius who with his projects has helped to beautify the urban areas of many cities, particularly to Cervia: the architect Matteo Focaccia. This catalog contains all the material (construction projects, photographs, postcards and tools of the architect) exhibited in the exhibition'' The twentieth century by Matteo Focaccia: Eclectic architect between Liberty and Rationalism.'' It was organized by Liberty Romagna, Associazione Casa delle Aie .... werewr, curated by Andrea Speziali in collaboration with Renato Lombardi and proposal to the attention of the visitors from 20 June to 8 July 2013 at the Salt Warehouses in Cervia. This catalog and exhibition were born by the desire to make a kind of census of all projects and work carried out by the Focaccia in order not to lose its memory. This has been possible thanks to the contribution of the heirs Focaccia and many anonymous people who, having read the articles written by Andrea Speziali in the newspaper La Voce di Romagna, Italy supported the project'' Liberty'' providing valuable information for the development and the preservation of the architectural heritage primonovecentesco Liberty in Italy. The laudable passion for research nourished by Andrea Speziali bodes well for further study in the future as part of the art Nouveau. Catalogo/monografia edito da Risguardi in concomitanza con la mostra allestita a Cervia presso i Magazzin del Sale dal 20 giugno all’8 luglio 2013. Il comitato tecnico-scientifico è composto da: Vittorio Sgarbi, Ulisse Tramonti, Andrea Speziali, Renato Lombardi, Riccardo Gresta, Maria Cristina Nascosi Sandri, Giorgio Grasso, Paolo Fontanesi, Giorgio di Genova, Paolo Focaccia, Romeo Focaccia, Fabio Focaccia e Cecilia Focaccia. Il saluto del Presidente della Provincia di Ravenna Attraverso un certosino lavoro di ricerca e grazie alla passione di un giovane studioso del Liberty come Andrea Speziali, riemerge dalle nebbie del passato un altro grande uomo d’ingegno che con i suoi progetti ha contribuito ad abbellire gli spazi urbani di molte città, in particolare quella di Cervia: l’architetto Matteo Focaccia. Questo catalogo racchiude tutto il materiale (progetti edilizi, fotografie, cartoline e strumenti di lavoro dell’architetto) esposto nella mostra ‘’Il Novecento di Matteo Focaccia: Eclettico architetto tra Liberty e Razionalismo’’. Essa è stata organizzata da Romagna Liberty, Associazione Casa delle Aie ….werewr, curata da Andrea Speziali con la collaborazione di Renato Lombardi e proposta all’attenzione dei visitatori dal 20 giugno all’8 luglio 2013 presso i Magazzini del Sale di Cervia. Il presente catalogo e la mostra sono nati dall’intento di fare una sorta di censimento di tutti i progetti e le opere realizzate dall’architetto Focaccia nell’intento di non disperderne la memoria. Ciò è stato possibile anche grazie al contribuito degli eredi Focaccia e di molte persone anonime, che avendo letto gli articoli scritti da Andrea Speziali sul quotidiano La Voce di Romagna, hanno sostenuto il progetto ‘’Italia Liberty’’ fornendo preziose informazioni per la valorizzazione e la salvaguardia del patrimonio edilizio primonovecentesco Liberty in Italia. La lodevole passione per la ricerca nutrita da Andrea Speziali fa ben sperare per ulteriori approfondimenti in futuro nell’ambito dell’arte Liberty. Prezzo di copertina 20,00€ Copyright © 2013 Edizioni Risguardi ISBN 978-88-97287-32-2 Progetto grafi co CartaCanta Soc. Coop. Finito di stampare nel mese di giugno 2013 presso Grafi che MDM S.r.l. – Forlì (Forlì) invia una mail a info@romagnaliberty.it per acquistare il volume
 
Il Novecento di Matteo Focaccia. Eclettico architetto tra Liberty e Razionalismo
Dates:1.1.2050-1.1.2999
Urbanism of Cervia and Milano Marittima stood out in the early twentieth century villas and cottages signed by an eclectic architect of the time: Cervia Matthew Focaccia. A character in the history of art and architecture, unfortunately forgotten, that deserves to be rediscovered. Bring to light these "famous" ghosts of the twentieth century can not but fascinate historians such as readers. The eclecticism is his predominant style and form of his art is well defined in the synthesis present in the title: "between liberty and rationalism." The catalog that accompanies the exhibition of the same name gives way to the reader to discover is a vast, diverse, articulated through projects and original sketches of the first of many prestigious hotels and villas Cervia after World War II until the '60s is in Cervia, both Ravenna in Romagna area. Nell'urbanistica di Cervia e Milano Marittima spiccavano nei primi del Novecento ville e villini firmati da un eclettico architetto dell'epoca: il cervese Matteo Focaccia. Un personaggio della storia dell'architettura e dell'arte, purtroppo dimenticato, che merita di essere riscoperto. Portare alla luce questi "illustri" fantasmi del Novecento non può che affascinare tanto gli storici quanto i lettori. L'eclettismo è il suo stile predominante e la forma della sua arte ben si definisce nella sintesi presente nel titolo: "tra liberty e razionalismo". Il catalogo che accompagna l'omonima mostra dà modo al lettore di riscoprire un'opera vasta, molteplice, articolata attraverso progetti e schizzi originali dei primi alberghi di prestigio e dei tanti villini cervesi dal secondo dopoguerra sino agli anni '60 sia a Cervia, sia a Ravenna in ambito romagnolo. 80 p. Formato: 21x28 € 17,00
 
Romagna Liberty
Dates:1.1.2050-1.1.2999
Young people always deserve to be helped and encouraged, but it is with great pleasure that I support a young talented as Andrea Speziali who is venturing into a meritorious work of research and development of Art Nouveau. The field of research Ŀ a definite contribution to the enhancement of buildings that are present on our territory and therefore can be an additional attraction for tourists flowing into our rivers. The interesting volume edited by Andrea Speziali riccionese young artist at the 54th International Art Exhibition of the Venice Biennale and art historian, examines in great detail and unpublished information, the historical period of inizio'900 he saw, for precisely, our rich Riviera seaside Liberty of the first buildings. An original trip in the early decades of the twentieth century where the garden as Riccione, Cervia citta celebrating the centenary of the 90's and were rich in small villas of unique elegance as the architectural masterpiece designed by Antolini in Riccione Dalmatian Mirko Vucetich native of Bologna. The work follows the exhibition "Romagna Liberty" that, just in Riccione, the Green Pearl of the Adriatic, had its natural place and that so successfully scored at international level. € 30,00 IVA assolta I giovani meritano sempre di essere aiutati e incoraggiati, ma è con vero piacere che do il mio sostegno a un giovane di talento come Andrea Speziali che si sta cimentando in un meritorio lavoro di ricerca e valorizzazione dello stile Liberty. Il campo delle ricerche Ŀ un indubbio contributo alla valorizzazione di edifici che sono presenti sul nostro territorio e quindi potranno costituire un ulteriore richiamo per i turisti che affluiscono le nostre riviere. L’interessante volume curato dal giovane riccionese Andrea Speziali, artista alla 54 ° Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia e storico dell’arte, analizza con dovizia di particolari e notizie inedite, il periodo storico di inizio‘900 che vide, per l’appunto, la nostra Riviera arricchirsi delle prime costruzioni balneari Liberty. Un originale viaggio nei primi decenni del Novecento dove le cittĦ giardino come Riccione e Cervia che celebrano il ’90 e Centenario erano ricche di villini di inconfondibile eleganza come il capolavoro architettonico Antolini a Riccione progettato dal dalmata Mirko Vucetich originario di Bologna. L’opera segue la mostra “Romagna Liberty” che, proprio a Riccione, la Perla Verde dell’Adriatico, ha avuto la sua sede naturale e che tanto successo ha ottenuto anche a livello internazionale. Vasco Errani Presidente della Regione Emilia-Romagna Andrea Speziali vive a Riccione, a pochi passi dalla villa Antolini oggetto principale dei suoi studi. Coltiva con passione l’interesse per l’arte e si dedica alla pittura, scultura, fotografia e grafica. Sta per specializzarsi presso l’Accademia di Belle Arti di Urbino. Si Ŀ cimentato in varie esperienze artistiche: nel 2011 ha ideato il progetto “Romagna Liberty”del quale ha curato la mostra e il catalogo; ha partecipato alla Affordable Art Fair di Amsterdam (27 - 31 ottobre 2010), alla collettiva della galleria Wikiarte di Bologna (5 - 31 marzo 2011), alla 14° Fiera Internazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Pechino (18 - 22 agosto 2011) nel complesso del World Trade Center e alla 54° Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia - Padiglione“Italia”- a cura di Vittorio Sgarbi. Per i tipi di Maggioli Editore ha pubblicato, nel 2010, “Una stagione del Liberty a Riccione”incentrata sulla figura e l’opera di Mario Mirko Vucetich, una tra le più poliedriche figure del‘900, sul quale sta preparando una mostra. www.andreaspeziali.it Collana: I fuori collana Edizione: 1 Copyright: Maggio 2012 Tipo Prodotto: Volume Pagine: 216 Formato: 21x28
 
Una Stagione del Liberty a Riccione
Dates:1.1.2050-1.1.2999
Since the late nineteenth century the villas vintage characterize the urban fabric of Riccione, tracing reflection of its history. The old fishing village, which has its hub in that stretch of the Via Flaminia Course renamed Fratelli Cervi, expands quickly up the dunes, lapped by the sea. So much so that in 1905 two hundred villas are surveyed. A heritage building that is the driving force in the wealthiest families in the Centre-North, attracted by the pleasantness of the pleasant seaside resort, its salubrious climate and the atmosphere lively, cheerful and hospitable. A process that, excluding the brackets of the sad events of the war continues for decades, recording a further development in the twenties and thirties. Period in which the Duce and his family spend their holidays in Riccione. "Ogni architettura è grande dopo il tramonto: forse l’architettura è veramente un’arte notturna, come quella dei fuochi artificiali." Gilbert Keith Chesterton Sin dalla fine dell’Ottocento i villini d’epoca caratterizzano il tessuto urbano di Riccione, tracciandone di riflesso la sua storia. Il vecchio borgo marinaro, che ha il suo fulcro in quel tratto della Flaminia rinominato Corso Fratelli Cervi, si espande in fretta sino alle dune, lambite dal mare. Tant’è che nel 1905 vengono censite duecento ville. Un patrimonio edilizio che trova la forza di propulsione nelle facoltose famiglie del Centro-Nord, attratte dalla gradevolezza della ridente località balneare, dal suo clima salubre e dalla sua atmosfera vivace, allegra e ospitale. Un processo che, escluse le parentesi dei tristi eventi bellici, prosegue nei decenni, registrando un ulteriore sviluppo negli anni Venti e Trenta. Periodo in cui il Duce con la sua famiglia trascorre le vacanze a Riccione. Avere una residenza estiva a pochi passi da quella di Donna Rachele Guidi e di Benito Mussolini, diventa appannaggio di gerarchi, imprenditori e professionisti. Riccione si arricchisce così di un considerevole patrimonio urbanistico, in buona parte cancellato nel tempo da quel processo d’innovazione che tuttora lo mette a repentaglio. Sono centinaia i villini demoliti nel dopoguerra per lasciare spazio a pensioni e alberghi che hanno segnato il boom del turismo popolare. In questo contesto s’inserisce la storia di Villa Antolini sulla quale il giovane autore Andrea Speziali ha svolto una certosina e meticolosa ricerca, che guida il lettore negli ambienti di quel "monumento" in stile Liberty, a Riccione davvero raro. Tra dettagli architettonici, interni ed esterni, attraverso una serie di rare immagini e una puntuale descrizione, turisti e residenti potranno così visitare idealmente le stanze di quel simbolo della Bella époque riccionese che resiste all’evoluzione urbanistica della città. Al nostro autore va dato merito di questo studio e soprattutto di aver scoperto che a firmare il progetto del fabbricato, autentico "gioiellino" incastonato tra il boulevard del Lungomare della Repubblica e Viale Milano, è stato Mario Mirko Vucetich, illustre architetto, nonché scrittore, scenografo e scultore di origine dalmata che operò soprattutto tra Friuli, Veneto, Emilia - Romagna e Lazio. Una scoperta di notevole rilevanza, destinata a traghettare il nome di Riccione oltre i confini nazionali. Questa pubblicazione, attraverso la parte monografica, dedicata al futurista che ebbe contatti con Carlo Emilio Gadda, diventa così occasione anche per conoscere e rivalutare il poliedrico artista, nel tempo abbandonato. (Tratto dalla Presentazione del libro di Nives Concolino) Andrea Speziali, nato il 28/09/1988 a Rimini e residente a Riccione, nella zona denominata Abissinia, a pochi passi da villa Antolini. Diplomato presso l’Istituto Statale d’Arte Federico Fellini, attualmente frequenta l’Accademia di Belle Arti a Rimini. Coltiva con passione l’interesse per l’arte e si dedica alla pittura, scultura e alla grafica, traendo spesso ispirazione dalla produzione di Mirko Vucetich, l’ecclettico architetto di Villa Antolini e dall’Art Nouveau, offrendone originali interpretazioni. Collana: I fuori collana Edizione: 1 Copyright: Maggio 2010 Tipo Prodotto: Volume Pagine: 166 Formato: 17x24
 
Grafica liberty e decò a Firenze
Dates:1.1.2050-1.1.2999
The book offers the first systematic critical survey of graphic art and publishing, featuring Art Nouveau and Art Deco styles, produced in Florence area. The more than four hundred figures that accompany the book show drawings of famous artists such as Brunelleschi, Cambellotti, Chini, Nomellini, De Karolis, Sensani, Kienerk, Fluffy, Mussino, Ruby, Sgrilli, Angoletta, I, Bernardini, Yambo, Thayaht, and also allow the discovery of illustrators so far not sufficiently valued as Ezio Anichini, Maria De Matteis, Dino Tofani, Virgil Faini, Raul Ferenzona Dal Molin, Charles Casaltoli, Ottorino Andreini, Fabio Fabbi, Maria Augusta Cavalieri, Dario Betti, Gino Riccobaldi, Navy Battigelli, Joseph bark, Adele Ramorino CEAS. Il libro offre la prima sistematica ricognizione critica della grafica d'arte e per l'editoria, caratterizzata da stilemi liberty e déco, prodotta in ambito fiorentino. Le oltre quattrocento figure che corredano il libro mostrano disegni di artisti conosciuti quali Brunelleschi, Cambellotti, Chini, Nomellini, De Karolis, Sensani, Kienerk, Soffici, Mussino, Rubino, Sgrilli, Angoletta, Sto, Bernardini, Yambo, Thayaht, e permettono altresì la scoperta di illustratori finora non sufficientemente valorizzati come Ezio Anichini, Maria De Matteis, Dino Tofani, Virgilio Faini, Raul Dal Molin Ferenzona, Carlo Casaltoli, Ottorino Andreini, Fabio Fabbi, Maria Augusta Cavalieri, Dario Betti, Gino Riccobaldi, Marina Battigelli, Giuseppe Scortecci, Adele Ramorino Ceas. 176 p., ill., brossura € 24,22
 
Saverio Fragapane (1871-1957)
Dates:1.1.2050-1.1.2999
From the beginning of the twentieth century to the twenties is active in Caltagirone architect Xavier Fragapane, a student of Ernesto Basile and leading figure of Art Nouveau and Art Deco in eastern Sicily. To him we owe the development plans and the most important projects of public utility buildings and various types of urban homes and stately villas and economic promoted during the period when he was mayor of the city pro Don Luigi Sturzo. The author, on the basis of unpublished material - documents, sketches and drawings, photographs - gives a complete reconstruction of the personality of Fragapane. In the first part of the book into several chapters, it circumscribes the cultural formation and style, from Art Nouveau to Art Deco and epilogue rationalist, with reference to problems and specificities of the territory and the cultural intricacies that determine its own conception of a 'modern architecture, made ​​for man. The second part examines all projects, the proposed zoning, buildings executed. The volume is therefore as a monographic study exhaustive, for the novelty of the news and the wealth of illustrations, and is also a useful contribution to broaden and deepen their knowledge of local issues and influences of Art Nouveau and Secession architecture liberty which is developed by the school of Basile. Anna Maria Damigella, Saverio Fragapane (1871-1957). Dallo storicismo romantico al liberty, Lecce, Edizioni del Grifo, 2000, pp. 258, € 25,00. Distribuzione a Mineo: l.venticinque@inwind.it
 
Trieste liberty. Costruire e abitare l’alba del novecento
Dates:1.1.2050-1.1.2999
Meeting in Trieste for a great show on Liberty, just opened a location in strict style: the Hall of Enchantment of the former Fish Market, delicious sea palace dated 1911, which housed the fish market today and is a venue for exhibitions and events. Here were collected over 500 drawings, photographs, documents, publications, tables, furnishings, three rooms have been recreated liberty, with the historic stained glass windows at the Excelsior Palace Hotel, and have been counted more than 150 historic houses . All to tell "how you built and how you lived in Trieste in the early '900 ', when the city was the port (ex) of the Austro-Hungarian Empire, Vienna almost a small sea. And just arrived from Vienna more suggestions for what might be termed the "liberty of Trieste": the proto-rationalism of Otto Wagner and the Secession Olbrich Hoffman, the Jugendstil, which are mixed with the taste of floral Italian. Result, elegant buildings from the doorways decorated and balconies of wrought iron, that can be seen not only in the historical center, but also in residential neighborhoods where the rich merchant class chooses to settle down, to create a fascinating and eclectic mix that is a bit 'the figure of the city, from all points of view.

 

With the support of the Culture Programme of the European Union